Ti occupi dei radicali liberi? Inserisci un contenuto REGISTRATI GRATUITAMENTE!





  • Cosa sono e come agiscono

  • Metalli pesanti e radicali liberi

  • Senso di sazietà e radicali liberi

  • Tumori e radicali liberi

  • Fumo e radicali liberi

  • In quale modo hanno origine

  • Contrastare i radicali liberi con lo sport

  • Invecchiamento precoce e radicali liberi

  • Conseguenze determinate dai radicali liberi

  • Stress ossidativo e smaltimento dei radicali liberi

  • Una corretta alimentazione contro i radicali liberi

  • Cos'è lo stress ossidativo e come combatterlo

  • Radicali liberi: Senso di sazietà e radicali liberi

    Un recente studio condotto da un gruppo di ricercatori statunitensi appartenenti al gruppo della Yale School of Medicine ha portato a risultati tanto sorprendenti quanto inaspettati. In base a quanto è stato pubblicato nelle pagine di Nature Medicine, infatti, una presenza maggiore di radicali liberi è in grado di stimolare la produzione di leptina e glucosio, ossia l'ormone e la sostanza che generalmente vengono prodotti a fine pasto, conferendo il ben conosciuto senso di sazietà.

    Lo studio in oggetto si è svolto prendendo in esame un gruppo di topi affetti da obesità. Durante la ricerca è emerso che la concentrazione di radicali liberi è collocata principalmente nell'ipotalamo, cioè quella zona del cervello dalla quale nascono tutti gli impulsi legati all'appetito. Nell'esecuzione di tale esperimento gli studiosi si sono dimostrati capaci di verificare che, non appena i radicali liberi hanno varcato la soglia consentita, il cervello ha provveduto ad attivare i neuroni melanocortina, vale a dire gli elementi in presenza dei quali l'organismo avverte di aver raggiunto il livello di nutrizione ottimale. Un elemento contrario a tale processo, tuttavia, ha origine nel fatto che l'organismo è in grado di percepire la minaccia, ragione per la quale ad una produzione eccessiva di radicali liberi consegue il tentativo di difesa attuato dalle cellule, che tramite la produzione di perossismi tenta di contrastare la degenerazione derivante dai radicali.

    Il risultato al quale questo studio ha condotto continua ad essere oggetto di accese discussioni. E' molto difficile determinare quale delle due parti prevaricherà sull'altra, in quanto il contenimento dell'obesità rappresenta senza alcun dubbio un traguardo davvero importante, ma non per questo ci è dato di dimenticare il potenziale altamente pericoloso che i radicali liberi hanno nei confronti dell'organismo. Riassumendo il concetto in modo alquanto scialbo, i radicali liberi sono nemici della nostra giovinezza, eppure divengono nostri alleati nella quotidiana lotta al sovrappeso ed alla fame: quale di questi elementi merita maggiormente di essere preso in considerazione?


    Ti occupi dei radicali liberi? Inserisci un contenuto REGISTRATI GRATUITAMENTE!