Ti occupi dei radicali liberi? Inserisci un contenuto REGISTRATI GRATUITAMENTE!





  • Cosa sono e come agiscono

  • Metalli pesanti e radicali liberi

  • Senso di sazietà e radicali liberi

  • Tumori e radicali liberi

  • Fumo e radicali liberi

  • In quale modo hanno origine

  • Contrastare i radicali liberi con lo sport

  • Invecchiamento precoce e radicali liberi

  • Conseguenze determinate dai radicali liberi

  • Stress ossidativo e smaltimento dei radicali liberi

  • Una corretta alimentazione contro i radicali liberi

  • Cos'è lo stress ossidativo e come combatterlo

  • Radicali liberi: Fumo e radicali liberi

    "Fumare nuoce gravemente a te e a chi ti sta intorno". Questo slogan, previsto dalla legge, compare sulla totalità dei prodotti venduti nelle tabaccherie, siano essi pacchetti di sigarette o tabacchi sfusi. Ciò che tuttavia non ci è dato di sapere, corrisponde a quali effetti il fumo può avere realmente sull'organismo.

    Il fumo di sigaretta contiene circa quattromila sostante altamente nocive fra le quali gli agenti ossidanti ed i radicali liberi primeggiano per numero. Alcuni studi condotti di recente hanno determinato che i radicali liberi prodotti durante il consumo di una sigaretta hanno la possibilità di svilupparsi in due fasi ben distinte: la prima fase corrisponde al momento dell'accensione, e la seconda fase, la cui manifestazione non è immediata quanto quella della prima, risulta comunque più dannosa in quanto l'incredibile quantità di radicali liberi prodotta viene assorbita direttamente dall'apparato broncopolmonare. La scoperta in questione ha destato non poche preoccupazioni, in quanto fino a poco tempo fa il fumo di sigaretta era ritenuto potenzialmente dannoso in riferimento ad un'unica fase di generazione dei radicali liberi.

    Molti proveranno stupore sapendo che le sigarette attualmente in commercio sono dotate di sostanze antiossidanti in grado di respingere una considerevole quantità di radicali liberi, ma questa facoltà concerne esclusivamente la prima fase appena citata. Gli studi di cui sopra, infatti, hanno rilevato che le sostanze antiossidanti presenti all'interno delle sigarette sono in grado di contrastare solo in modo parziale la quota di radicali liberi che hanno origine dalla seconda fase.

    Il fumo è altamente pericoloso, e questo costituisce un dato di fatto incolume a qualsiasi argomentazione. E' comunque dimostrato che una percentuale davvero elevata della popolazione non è in grado di rinunciarvi, ragione per la quale una possibile soluzione è ricollocabile nell'inserimento all'interno del mercato di prodotti contenenti sostanze in grado di far fronte ad entrambe le fasi di manifestazione dei radicali liberi. Tutto ciò non può garantire un'incolumità a livello globale, ma lascia intravedere la speranza di una riduzione del numero di malattie broncopolmonari e cronico degenerative.


    Ti occupi dei radicali liberi? Inserisci un contenuto REGISTRATI GRATUITAMENTE!

    • Login
    • Registrazione gratuita
    • Privacy Policy
    • Cookie Policy